A SAN VINCENZO ‘Boom! Pubblicità, arte e design tra gli anni ’60 e gli anni ’70’

Manifesti pubblicitari e serigrafie, ma anche elementi di arredo e pezzi di design che hanno lasciato un segno indelebile nella storia. Dopo gli straordinari successi riscossi al Caos di Terni e alla sala museale ‘Elisabetta Possati’ del complesso del Baraccano di Bologna, arriva a San Vincenzo, da sabato 7 maggio, la mostra ‘Boom! Pubblicità, arte e design tra gli anni ’60 e gli anni ’70’, incentrata sulla comunicazione visiva, figlia proprio di quel boom economico che ha interessato l’Italia tra gli anni ’50 e gli anni ’60. Un appuntamento pronto a proiettare il visitatore al cuore della rivoluzione stilistica, comunicativa e culturale della cosiddetta infanzia felice della società di massa.

 ‘Boom!’ infatti non offrirà solo uno spunto per una riflessione culturale sull’evoluzione del linguaggio della pubblicità e della società italiana, ma rappresenterà a tutti gli effetti un luogo fisico in cui far rivivere ai più nostalgici i ricordi del passato e in cui attrarre gli esperti e gli appassionati del settore. Durante il periodo della mostra verranno anche proiettati caroselli degli anni ’60 e ’70. Le due sezioni monografiche sono dedicate ad Olivetti e all’opera di Armando Testa. Olivetti è l’azienda italiana che forse ha maggiormente legato la propria strategia di impresa alla sperimentazione e all’evoluzione del design. D’altro canto, Armando Testa non è soltanto colui che ha dato il nome alla più importante agenzia di pubblicità a capitale italiano: la sua importanza storica sta nell’aver traghettato la comunicazione visiva commerciale dal cosiddetto ‘cartellonismo’ – che appartiene ancora alla storia del graphic design – verso l’advertising di stampo anglosassone. Per Carosello Testa ha creato campagne con personaggi comici e storie surreali presto entrati a far parte della storia del costume italiano: dalle scommesse di Nicola Arigliano per il digestivo Antonetto all’Ippopotamo Pippo creato nel 1969 e ancora oggi presente nella pubblicità dei pannolini Lines.

La mostra, organizzata dalla cooperativa Le Macchine Celibi e patrocinata dal Comune di San Vincenzo, sarà visitabile fino al 15 giugno, con ingresso gratuito. Gli orari di apertura sono: dal 7 maggio al 31 maggio dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 17 alle 20. Dal 1 giugno al 15 giugno tutti i giorni in orario 17.30-20.30 e il venerdì, il sabato, la domenica e i festivi oltre all’orario pomeridiano anche dalle 21.30 alle 24.00. Per ogni informazione contattare lo 0565/707273 oppure scrivere una mail a biblioteca@comune.sanvincenzo.li.it.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: